Come fare per...


ALBO DEI CONSULENTI TECNICI E DEI PERITI
INFORMAZIONI

Presso ogni Tribunale sono istituiti l’ Albo dei Consulenti Tecnici e quello dei Periti.

Quando il Giudice necessita di particolari accertamenti, può farsi assistere da esperti, denominati consulenti tecnici in ambito civile e periti in ambito penale.

Gli Albi sono suddivisi in categorie (quello civile: medico-chirurgica; industriale; commerciale; agricola, bancaria, assicurativa, ecc.; quello penale: medicina legale, psichiatria, contabilità, ingegneria e relative specialità, infortunistica del traffico e della circolazione  stradale, balistica, chimica,  analisi e comparazione della grafia, ecc.).

L’Albo è tenuto dal Presidente del Tribunale e le decisioni relative allo stesso sono assunte da un Comitato da lui presieduto.

Il Comitato è composto dal Procuratore della Repubblica e da un rappresentante dell’Ordine professionale o della Camera di commercio, per coloro che fanno parte di categorie che non sono organizzate in ordini o collegi professionali e quindi non sono provvisti di albi professionali. Il Comitato dell’Albo dei periti è, altresì, composto dal Presidente del Consiglio dell’Ordine Forense.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
  • Art. 61 cod.proc.civ. e art.13 e ss. disp.att.cod.proc.civ., per i consulenti tecnici in materia civile.
  • Art. 67 disp.att. cod.proc.pen., per i periti in materia penale.
ISCRIZIONE

Può ottenere l’iscrizione la persona che possiede una particolare competenza tecnica in una determinata materia, iscritta  all’ordine professionale o alla C.C.I.A.A.- Ruolo Esperti ( per alcune categorie non organizzate in ordini o collegi professionali).  Per iscriversi ad entrambi gli albi, occorrono domande e documentazione separate.  Si può essere iscritti ad un solo albo (ossia solo presso un Tribunale) individuato in base alla residenza o al domicilio.

Si richiedono quattro anni di anzianità di iscrizione all’ordine professionale o alla C.C.I.A.A.- Ruolo Esperti.  Per gli aspiranti che siano pubblici dipendenti occorre l’autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza.

La domanda indirizzata al Presidente del Tribunale deve contenere:

  • generalità complete
  • numero di codice fiscale
  • numero di telefono
  • data di iscrizione all’Albo professionale
  • categorie o sub categorie per le quali si chiede di essere iscritti (per l’individuazione delle stesse occorre fare riferimento all’elenco in visione in cancelleria).

Copia della domanda deve essere consegnata all’Ordine Professionale.

Alla domanda (MOD.A e MOD.B)vanno allegati:

  • Dichiarazione sostitutiva( MOD.C) dei certificati:
  • nascita;
  • generale del casellario giudiziale;
  • residenza nella circoscrizione del Tribunale di Marsala;
  • iscrizione all’Albo professionale o al Ruolo degli Esperti della Camera di Commercio ( per alcune categorie non organizzate in ordini o collegi professionali).
  • Fotocopia documento d’identità in corso di validità.
  • Curriculum che dovrà  illustrare le esperienze professionali e gli incarichi svolti (art.15 disp.att.c.p.c.).
  • Titoli e documenti atti a dimostrare la specifica competenza tecnica ( eventuali certificati attestanti titoli di specializzazione debbono essere presentati in bollo).

    La dichiarazione sostitutiva dei certificati , ai sensi del D.P.R. 28/12//2000 n.445 in materia di semplificazione delle certificazioni amministrative, deve essere sottoscritta dall’interessato in presenza del funzionario che riceve la domanda.

La domanda deve essere redatta su carta legale.

Successivamente alla comunicazione da parte dell’Ufficio dell’avvenuta iscrizione  all’Albo dovrà  essere effettuato il versamento della tassa di concessione governativa di € 168,00 su c/c postale n. 8003 intestato all’Agenzia delle Entrate-Tasse CC.GG Roma (Sicilia).

L’attestazione deve essere consegnata alla Segreteria della Presidenza del Tribunale.

A norma dell’art. 13 del D.P.R. 26/10/1972 n.641, il mancato pagamento della tassa preclude l’effettiva iscrizione all’albo dei consulenti.

Ufficio competente a ricevere l’istanza e la relativa documentazione è la Segreteria di Presidenza del Tribunale presso il Palazzo di Giustizia di Marsala, P.zza Borsellino n.1, piano primo, stanze nn. 58 e 59. Tel.:0923765260,0923765380. Fax:0923956638. E- mail: tribunale.marsala@giustizia.it. Orario di apertura dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

Sulle domande di iscrizione decide il comitato.

Contro il provvedimento del comitato è ammesso reclamo, entro quindici giorni dalla notificazione, al corrispondente comitato presso la Corte di Appello.

L'albo è permanente. Il comitato provvede, ogni quattro anni alla revisione dell’albo dei consulenti tecnici e ogni due anni alla revisione di quello dei periti, per accertare la permanenza in capo agli iscritti dei requisiti di legge  o degli impedimenti a esercitare l'ufficio.

Gli iscritti all’Albo sono tenuti a comunicare tempestivamente all’ufficio competente la cessazione dell’attivita' professionale ed il cambiamento dell’indirizzo e del numero telefonico.

Il conferimento degli incarichi:

Gli incarichi devono essere affidati normalmente agli iscritti nell'albo del tribunale; può essere conferito un incarico di consulente o di perito ad un esperto iscritto in albo di altro tribunale o a persona non iscritta in alcun albo, ma nel provvedimento di nomina devono essere indicate le ragioni della scelta.

Il Presidente del tribunale vigila affinché, senza danno per l'amministrazione della giustizia, gli incarichi siano equamente distribuiti tra gli iscritti nell'albo.

Per l'attuazione di tale vigilanza il presidente fa tenere dal cancelliere un registro in cui debbono essere annotati tutti gli incarichi che i consulenti iscritti ricevono e i compensi liquidati da ciascun giudice.

Per la liquidazione del compenso al consulente tecnico sono previsti onorari fissi, variabili e a tempo, stabiliti mediante tabelle approvate con decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze.

La responsabilità disciplinare:

La vigilanza sui consulenti tecnici  e periti è esercitata dal presidente del tribunale, il quale, d'ufficio o su istanza del procuratore della Repubblica o del presidente dell'associazione professionale, può promuovere procedimento disciplinare contro i consulenti che non hanno tenuto una condotta morale specchiata o non hanno ottemperato agli obblighi derivanti dagli incarichi ricevuti.

Per il giudizio disciplinare è competente il comitato.

Ai consulenti  e periti che non hanno osservato i loro doveri possono essere inflitte le seguenti sanzioni disciplinari:

  1. l'avvertimento;
  2. la sospensione dall'albo per un tempo non superiore ad un anno;
  3. la cancellazione dall'albo.

Contro il provvedimento è ammesso reclamo al corrispondente comitato presso la Corte di Appello.

ELENCO DELLE CATEGORIE DELL'ALBO DEI CTU

Le categorie corrispondono agli ordini professionali di appartenenza ed attualmente sono le seguenti:

  • I - CATEGORIA MEDICO CHIRURGICA  -  1) Medici – Chirurghi; 2) Veterinari; 3) Psicologi.
  • II - CATEGORIA INDUSTRIALE -  1) Ingegneri e Laureati in Discipline Industriali; 2) Architetti; 3) Geometri; 4) Periti Industriali; 5) Geologi; 6) Periti Agrari.
  • III - CATEGORIA COMMERCIALE  -  1) Dottori Commercialisti; 2) Ragionieri.
  • IV - CATEGORIA BANCARIA
  •  V - CATEGORIA ASSICURATIVA
  • VI - CATEGORIA ESPERTI IN CAMPI DIVERSI  -  1) Chimici e farmacisti; 2) Consulenti del lavoro); 3) Esperti in campi diversi (Agenti di affari-mediatori; Agrotecnici; Amministratori di condomino; Amministratori immobiliari; Assistenti sociali; Biologi; Consulenti tributari; Esperti balistici; Esperti in casistica ferroviaria; Esperti in contratti di lavoro; Esperti in infortunistica stradale; Esperti in tecnologia alimentare; Gemmologi; Informatici; Interpreti e traduttori; Pedagogisti;Periti fonici e traduttori;  Revisori contabili.)
ELENCO DELLE CATEGORIE DELL'ALBO DEI PERITI

Nell’Albo sono previste le seguenti categorie:

  • I - ESPERTI IN MEDICINA LEGALE.  -  1) Medici – Chirurghi.
  • II - ESPERTI IN PSCHIATRIA.  -  1) Psicologi.
  • III - ESPERTI IN CONTABILITA’.  -  1) Dottori Commercialisti; 2) Ragionieri; 3)Revisori contabili.
  • IV - ESPERTI IN INGEGNERIA E RELATIVE SPECIALITA’.  -  1) Architetti; 2) Geometri; 3) Ingegneri.
  • V - ESPERTI IN INFORTUNISTICA DEL TRAFFICO E DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE.
  • VI - ESPERTI IN BALISTICA.
  • VII - ESPERTI IN CHIMICA.  -  1)Chimici e Farmacisti.
  • VIII - ESPERTI IN ANALISI E COMPARAZIONE DELLA GRAFIA.
  • IX - ESPERTI IN CAMPI DIVERSI.  -  1) Consulenti del lavoro; 2) Esperti in campi diversi (Agronomi; Assistenti sociali; Biologi; Informatici; Interpreti e traduttori; Pedagogisti; Periti agrari; Periti fonici;  Periti Industriali.)
RICHIESTA CERTIFICATI

Domanda in carta da bollo da € 14,62, indicando gli estremi della registrazione interessata e allegando € 14,62 in marche da bollo e € 3,54 per diritti di certificazione,da apporre sul certificato.

TEMPI DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

I tempi tecnici di istruzione sono di tre mesi. La Commissione per la formazione dell’albo dei CTU e dei Periti si riunisce mediamente ogni sei mesi.